Waqfet Banat. Prefazione

Traduzione di Kate Guarento

In arabo “Waqfet Banat” è un’espressione colloquiale che significa “Le Donne Prendono Una Posizione”, “Le Donne Si Uniscono”, “Le Donne Insorgono”. In questa collezione, Aswat – Donne Gay Palestinesi pubblica un secondo libro di narrativa personale. Questa pubblicazione, realizzata da Donne Palestinesi Lesbiche, Bisessuali, Transgender, Queer ed Intersessuali nasce dalla necessità di condividere le nostre storie e parlare della nostra lotta – particolarmente con coloro che la loro lotta la stanno cominciando – con la religione, la sessualità, l’orientamento sessuale e la liberazione, le attitudini verso se stessa e l’immagine corporea.

Per raccogliere questi scritti, abbiamo postato un appello sul nostro sito internet chiedendo storie, sollecitando a membri ed amiche di presentarle, ed abbiamo ricevuto storie in arabo, inglese, o ebraico. Mentre il nostro primo libro[1] è stato pubblicato in arabo, abbiamo scelto di pubblicare ‘Waqfet Banat’ sia in arabo che in inglese per ampliare la nostra portata alla comunità LGBTQI araba in Palestina ed in tutto il mondo. Crediamo che le nostre storie siano di natura universale, e che possano essere rilevanti ed essere d’ispirazione per altri gruppi emarginati nel mondo. Speriamo che le nostre storie ti ispirino, rinforzino, sostengano, ed aiutino a creare un futuro migliore per te stessa.

[1] “Il Mio Diritto a Scegliere, Vivere, Essere” è il primo libro di Aswat di storie personali e poesia, pubblicato in arabo nel 2007.