Category Archives: recensiti da noi

Il Movimento liberazione della donna nel femminismo italiano – la politica, i vissuti le esperienze (1970-1983) di Beatrice Pisa, Aracne, 2017,

Il libro di Beatrice Pisa è la narrazione, biografica e autobiografica, di una delle protagoniste del Movimento di Liberazione della Donna (Mld),  quel soggetto laico e libertario, d’afflato nazionale e sovranazionale, nato come movimento autonomo nel Partito Radicale (Pr). Non la sezione femminile di un partito e neppure una dipendenza.

Le cospiratrici. Rivoluzionarie russe di fine Ottocento e memorie di Olimpia Kutuzova Cafiero, Martina Guerrini, BFS Edizioni, 2016

La storiografia dei movimenti sociali ha spesso eluso la questione di genere o l’ha relegata alla marginalità di ambiti specifici, appendice della storia ufficiale, maschia per definizione, nella quale sciogliere fino alla sua scomparsa il protagonismo femminile. Il libro di Martina Guerrini rovescia metodologicamente questa prospettiva, immergendosi in quel largo,

Il femminismo a Roma negli anni Settanta. Percorsi, esperienze e memorie dei collettivi di quartiere, Paola Stelliferi, Bononia University Press, Bologna 2015

Il femminismo a Roma negli anni Settanta è il primo libro di Paola Stelliferi e, come forse già il ritmo del titolo per intero tende a suggerire, viene da una ricerca condotta in ambito accademico. Questo spazio, l’accademia, parla un linguaggio ben preciso, a volte tecnico, a volte arduo. La

Bianchezza e mascolinità in Brasile. Etnografia di un soggetto dominante. Valeria Ribeiro Corossacz, Mimesis, Milano, 2016

L’antropologia, come in una sorta di nemesi, esercita spesso un fascino esotico legato alle culture “altre” di cui si è sempre occupata. Popoli lontani, civiltà diverse, differenze incredibili, studio della subalternità, questo il campo di ricerca noto ai più di una disciplina dalla storia lunga e complessa. Storicamente l’antropologia ha

Il protagonismo delle donne in terra d’islam – appunti per una lettura storico politica. Leila Karami e Biancamaria Scarcia Amoretti (a cura di) Ediesse, Roma, 2015

Se pensiamo a quanto è forte, in Occidente, lo stereotipo che vede la donna musulmana sottomessa, vittima muta di un destino predeterminato e oppressa dal velo, e a quale ruolo tutto ciò abbia giocato e giochi nella costruzione di quello “scontro di civiltà” di cui parlava Samuel P. Huntington –

« Older Entries